salute benessere bellezza
USI e APPLICAZIONI

     

     

MACROBIOTICA: YIN, YANG

CURARE GLI SQUILIBRI CHE DANNO ORIGINE ALLE MALATTIE

Se siete persone molto precise a cui non piacciono le mezze misure, se pensate che il mondo sia bianco o nero, ovvero Yin oppure Yang, questa è l'alimentazione o dieta giusta per voi! Questa è la visione senz'altro riduttiva e soprattutto molto occidentale della Macrobiotica.

Le sue radici affondano nella filosofia di cui è imperniata la medicina cinese, la ricerca dell'equilibrio tra le due energie opposte ma complementari che regolando l'universo e che per estensione influiscono sul nostro benessere psico-fisico.

Nel caso specifico, questa cura basata nella dieta alimentare conferisce al cibo la capacità di curare gli squilibri che danno origine alle nostre malattie, è stata concepita sempre in Oriente ma in Giappone da George Oshawa che più o meno nel 1960, ammalatosi gravemente di tubercolosi, si autoguarì con l'alimentazione.

Potremmo per semplificare dire che essendo i cibi divisibili in due categorie la Yin e la Yang, bisogna equilibrarli nel nostro piatto per non creare eccessi di un'energia o dell'altra. Potremmo anche dire che se abbiamo uno squilibrio che ha creato una malattia di tipo Yin mangeremo yang e viceversa, ma non rende giustizia ai concetti più semplici e profondi su cui poggia questa terapia.

Senz'altro chi ha una conoscenza di base relativa alla Medicina Tradizionale Cinese si trova avvantaggiato nel comprendere il meccanismo armonico su cui si basa, a tutti gli altri dico di non avere pregiudizi per sentito dire. Giudicando per mezzo di parametri occidentali qualcosa di profondamente orientale si ottiene lo stesso effetto che offrire ad un italiano un piatto di spaghetti col ketchup, non rende giustizia alla sua cultura culinaria e dimostra ignoranza!

In effetti per la sua emplicità si potrebbe raccomandare la dieta macrobiotica a chiunque, in realtà sarà proprio a causa di chi la pratica senza cognizione di causa che si hanno casi clamorosi di carenze nutrizionali gravi, fatto che le ha fatto guadagnare una reputazione dubbia qui in Occidente. Questo spesso accadde perchè la dieta è basata sull'assunzione quotidiana di cereali integrali in chicchi (di origine biologica) che da una parte nutrono adeguatamente ma dall'altra chelano e rendono arduo l'assorbimento di minerali importanti come per esempio il ferro. Non si tratta di un'alimentazione esclusivamente vegetariana, perchè ammette piccole quantità di carne bianca e pesce ma va fatto un piano intelligente per equilibrare l'assorbimento di tutti i nutrienti necessari.

 

L'ideale sarebbe diagnosticare i nostri disturbi con un esperto di macrobiotica e di diagnostica orientale (come MTC) e farci fare la dieta su misura per noi!

In linea generale, escludendo le correnti più estreme, la Macrobiotica include per pasto un'assunzione del 50% di cereali integrali in chicchi, verdure crude e cotte per un 20% (sconsigliate: funghi per un eccesso di yin, patate, pomodori, melanzane e peperoni), legumi 10% del pasto se non sono presenti carne e pesce o seitan,tofu e simili, 10% fra frutta fresca (lontano dai pasti), cotta o secca, alghe e dessert senza zucchero e latticini.

Nelle ricette sono assolutamente esclusi alimenti raffinati come farine non integrali e non biologiche, zucchero raffinato, dado con glutammato, insaccati, latticini, caffeina, carni rosse e selvaggina e uova (massimo 2 al mese). Il sale va usato con estrema moderazione, introducendo invece miso, gomasio, alghe, salse di soia, sostituire l'aceto di vino con l'umeboshi (prodotto giapponese ricavato dalle prugne).

Tutti i prodotti necessari sono facilmente reperibili nei negozi di alimentazione biologica.

PAGINA 1/2

TESTO CONSIGLIATO

Il Libro della Pasticceria Naturale e MacrobioticaVoto medio su 1 recensioni: Scarso

La Nuova MacrobioticaVoto medio su 1 recensioni: Da non perdere

Ethereals su Google+
Valid XHTML 1.0 TransitionalValid CSS!

- SITO SICURO - Certified -

Copyright © 2012 POLINESIANS.COM | Designed by TemplateMo.com