salute benessere bellezza
USI e APPLICAZIONI

     

     

RIFLESSOLOGIA PLANTARE

COME MASSAGGIANDO I PIEDI SI RECUPERA LA SALUTE

Il pioniere della moderna riflessologia è anche questa volta un dottore, che lasciata alle spalle la medicina tradizionale identificò le dieci "zone energetiche", William Fitzgerald.

Il corpo umano viene simbolicamente diviso in dieci "porzioni" verticali, dalle dita dei piedi alla sommità del capo; il tutto risulta suddiviso in 5 zone per lato con terminazioni in ogni piede ed in ogni mano. Creando così un mappa, i riflessologi utilizzano queste zone come porte d'accesso al flusso di energia che vi scorre attraverso. Se quindi il flusso di energia è bloccato o squilibrato in una qualunque di queste zone questo si rifletterà su tutte le parti del corpo comprese nella "porzione" verticale. Alcuni studiosi ed esperti del settore associano le dieci zone longitudinali ai dodici meridiani o canali, su cui si basano molteplici terapie orientali come l'agopuntura, anche se in effetti queste ultime agiscono su tutti i meridiani per la loro lunghezza e non solo sulle terminazioni presenti su mani e piedi.

 

La terapia in questione si basa sul principio che il corpo abbia una sua personale forma energetica che quando fluisce agevolmente attraverso le varie zone, aiuta a mantenersi in salute o a favorire la guarigione. In una persona sana l'energia è dinamica e si adatta al fabbisogno individuale al momento opportuno.

Il riflessologo usa la punta delle dita della mano e i pollici per esercitare una pressione ferma sulle aree riflesse sui piedi (a volte anche sulle mani) del paziente, in questo modo riesce a valutare lo stato di salute di ogni parte del corpo. Ogni organo, ghiandola e altra componente fisiologica ha la sua controparte in un punto riflesso, attraverso il quale il terapista può scoprirne la funzionalità ed esercitando una pressione adeguata, correggere il problema. In una seduta completa si compie un trattamento di tutto il corpo attraverso i piedi.

Nello specifico quando una particolare area è sensibile alla manipolazione o il terapista percepisce una sabbiosità sotto la pelle come se si trattasse di un piccolo deposito di cristalli, ci troviamo di fronte a uno squilibrio specifico. In base al grado della sabbiosità corrisponderà il grado dello squilibrio. Il riflessuologo esperto saprà sciogliere gli accumuli granulosi per restituire il giusto flusso energetico lungo tutte le zone, aumentandone l'afflusso sanguigno e eliminando le tossine.

Vi sono casi in cui la riflessologia è sconsigliata e sono i seguenti: nel primo trimestre di gravidanza e anche in seguito se la gravidanza è a rischio, nel caso di osteoporosi, artrite, gotta e si richiede particolari precauzioni in caso di infiammazione, gonfiore, dolore, febbre alta o flebite e se si è reduci da un intervento chirurgico.

Nel caso una persona sia già in curo con farmaci per disturbi alla tiroide, diabete, epilessia e ipertensione il trattamento può avere effetto sul modo in cui il paziente reagisce alle cure in quanto normalmente accellera il ritmo e l'espulsione delle escrezioni corporali e perciò è opportuno discuterne con il proprio medico che deciderà se è il caso di modificare le dosi dei medicinali assunti.

PAGINA 1/2

TESTO CONSIGLIATO

Manuale di Riflessologia PlantareVoto medio su 2 recensioni: Da non perdere

Ethereals su Google+
Valid XHTML 1.0 TransitionalValid CSS!

- SITO SICURO - Certified -

Copyright © 2012 POLINESIANS.COM | Designed by TemplateMo.com